41° Trofeo Bianchi – A Spirito Libero va la prima Long Distance 2019

Aggiornato il: 26 mar 2019

Gargnano – 41° Trofeo Bianchi. Spirito Libero ITA 57 del timoniere armatore Claudio Bazzoli conquista il gradino più alto del podio seguito da Yerba del Diablo ITA 34 di Andrea Barzaghi e L’Ombra del Vento ITA 59 con Luciano Galloni alla barra.

In una bella giornata di sole e vento si è svolto il 41° Trofeo Bianchi organizzato dal Circolo Vela Gargnano in collaborazione con il Circolo Nautico Diavoli Rossi sul percorso Bogliaco-Forbisicle-Bogliaco.

Partenza ore 9.30 con un Peler intorno ai 18 nodi, spicca subito il primo gruppo di imbarcazioni capeggiato da Bessi Bis ITA 05 timonato da Paolo Masserdotti, tallonato da L’Ombra del Vento ITA 59 con a borgo Davide Bianchini, Nexis2 ITA 54 di Luca Brigenti, Avec Plasir ITA 19 di Renato Vallivero con al timone Matteo Giovanelli, Casper ITA 33 di Cesare Di Mezza con al timone Lorenza Mariani, Yerba del Diablo ITA 34 di Andrea Barzaghi e a seguire il resto della flotta.

Un buco di vento all’altezza della centrale di Gargnano ha spaiato il gruppo di testa della regata. Bessi Bis ITA 05 in prima posizione riesce a bolinare bene e si presenta primo alla boa di Forbisicle seguito da L’Ombra del Vento ITA 59, Spirito Libero ITA 57, Avec Plasir ITA19, Casper ITA 33 e Yerba del Diablo ITA34.

E’ sempre il Peler che permette agli equipaggi di proseguire la discesa verso la boa di Bogliaco, prima dell’arrivo dell’Ora che ieri si è fatta desiderare.

I primi del gruppo, in attesa dello cambio Peler-Ora, restano nella piatta con Bessi Bis che si dirige verso la costa Bresciana, con L’Ombra del Vento e Spirito Libero appena sopra vento che si marcano a vicenda.

Nel frattempo si ripresenta un debole Peler che permette ad alcune delle imbarcazioni nelle retrovie di ridurre la distanza con il gruppo di testa, tra questi Yerba del Diablo.

L’ultimo tratto di regata ha visto gli equipaggi impegnati nella difficile interpretazione dei refoli di vento.

Mentre Bessi Bis fa fatica a uscire dalla piatta sotto costa, Spirito Libero riesce a sfruttare meglio i refoli di vento tagliando il traguardo per primo, seguito in seconda posizione da Yerba del Diablo, che grazie ad un canale d’aria sopravvento, riesce a strappare la posizione per pochi centimetri all’Ombra del Vento che chiude così in terza posizione.

Bilancio positivo dunque per il primo appuntamento Protagonist dell’anno che, oltre ad aver regalato una bella giornata a tutti gli equipaggi, ha visto ben 16 imbarcazioni sulla linea di partenza.

Da sottolineare anche l’ingresso di nuovi Armatori che si sono cimentati per la prima volta a regatare nella Classe Protagonist


138 visualizzazioni